Pioli: "Abbiamo tante partite, ma giocando da squadra sentiremo meno la fatica"

Rufina Vignone
Dicembre 2, 2020

Segui il live su TMW.

"Mi è mancato tanto il quotidiano, lo stare insieme alla squadra e allo staff. Sono stati solo 18 giorni ma sono stati lunghi". Quando mi hanno comunicato la negatività ho fatto fatica a prendere sonno perché non vedevo l'ora di tornare. Grazie a Bonera, un ragazzo intelligente. "Rispettiamo sempre le regole".

Il Milan sta imparando a gestire le partite? Quando c'è il momento di soffrire bisogna essere compatti e saper soffrire insieme. "Ma dobbiamo essere sempre pericolosi per mettere in difficoltà l'avversario".

L'idea della videochiamata come vi è venuta?

Sulla video-chiamata al termine di Milan-Fiorentina: "Chiaramente stando a casa abbiamo fatto tutto il necessario per stare vicino alla squadra in tutti i momenti quotidiani: prima, durante e dopo allenamenti e partite". Posso dire che lo smart-working non funziona perché ho lavorato molto più da casa che dal campo.

I complimenti di Capello ti fanno piacere? "Ma dobbiamo sempre metterci in discussione".

L'uscita del Celtic dalla Coppa di Lega scozzese contro il Ross County è stata l'ultima goccia per i tifosi, che hanno dato vita a violente proteste fuori dal Celtic Park. Ma il suo Celtic ha sempre fatto buone prestazioni. "Siamo vicini ma non abbiamo ancora centrato la qualificazione".

Sulla crescita della personalità in questo Milan anche senza Pioli e Zlatan Ibrahimović: "Sicuramente la squadra è più consapevole delle proprie possibilità. Abbiamo ampi margini di miglioramento e possiamo continuare a crescere". Sappiamo quali sono le nostre caratteristiche. Capisco di più chi critica da casa, perché dalla televisione sembra più facile. Dalla tv qualche errore fai più fatica a sopportarlo. In partita sono più positivo e propositivo. "La squadra ha fatto prestazioni positive, con qualche difficoltà come è normale all'interno della partita".

Sul turnover da applicare da qui alla sosta natalizia: "Abbiamo cominciato un periodo di 31 giorni in cui giocheremo 10 volte".

Stefano Pioli in conferenza, il tecnico rossonero è tornato per parlare in conferenza stampa dopo l'isolamento conseguente alla positività al Covid-19, alla vigilia del match contro il Celtic in programma domani a San Siro. Giocando da squadra potremo sentire meno la fatica e recuperare bene. Ho fatto già dei cambi da una partita all'altra e continuerò a farla. Credo sia essenziale per mantenere alto il livello di performance sia atletica, che tattica che mentale. "Ora dobbiamo stringere i denti, perchè la partita di domani sera è molto importante, perchè ci può avvicinare ad uno degli obiettivi che abbiamo in testa, che è quello di superare i gironi di Europa League". "L'allenamento è andato molto bene. Entrambi sono disponibili per la partita, stanno bene". "Leao e Ibra andiamo avanti giorno per giorno".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE