Padre lancia figlio di 11 mesi da un ponte e poi va al bar:"Credevo si stesse trasformando in demonio"

Bruno Cirelli
Dicembre 2, 2020

Ha gettato il figlio di 11 mesi da un ponte e poi è andato a fare colazione in bar come se nulla fosse. Ma durante il tragitto l'uomo ha gettato il figlio da un ponte e poi, come se nulla fosse, è andato a fare colazione in un bar. Questo perché il tribunale britannico ha riconosciuto all'uomo limitata capacità di intendere e volere che ha costituito un attenuante per la sentenza. L'uomo uccide il figlio infatti lanciandolo giù da un ponte.

La vicenda in questione ha sconvolto l'intera Inghilterra, avendo una grossa risonanza a livello nazionale e internazionale.

Poco dopo si verificò il grave episodio e il 22enne finì per uccidere il figlio. L'uomo è stato rinchiuso in una clinica psichiatrica dove passerà buona parte della sua condanna. Il corpo del piccolo, all'epoca dei fatti, venne recuperato ormai senza vita dai soccorritori, almeno così riferisce il The Sun. Come confermato dallo psichiatra durante il procedimento giudiziario davanti alla corte di Lowry Nightingale, il 22enne ha affermato che "credeva che suo figlio si stesse trasformando in un diavolo e che gli era stato detto di annegarlo" al momento del crimine.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE