Milan, Scaroni: "Rinnovo Donnarumma? Ci sono le condizioni per proseguire" - Sportmediaset

Rufina Vignone
Dicembre 1, 2020

Scaroni su Gigio Donnarumma: "Il rinnovo di Donnarumma?".

Sul suo ruolo nello stadio della Roma: "Io in Rothschild mi occupo di energia, vista la mia esperienza passata in Enel ed Eni, non mi occupo di calcio o infrastrutture". Sul giovane portiere il presidente rossonero, Paolo Scaroni ha mostrato ottimismo: "Mi ha fatto molto piacere sentirgli dire che ama il Milan, un amore reciproco che dà le condizioni per proseguire insieme". "Per la verità una performance così stellare del Milan non la immaginavo, ma mi aspettavo una squadra che potesse far meglio rispetto allo scorso anno, anche perché l'applicazione del nostro modello richiedeva del tempo". Siamo sulla buona strada, ma non ancora alla fine. Non ci siamo posti obiettivi, ma sarò molto contento se arriveranno. Poi se arrivano siamo tutti contenti, essere primi è bellissimo. Ci sono state ingenti perdite, ma sono state affrontate iniettando denaro nel club. L'impegno della proprietà è stato sempre costante e questo ci rassicura perché continuerà ad essere al nostro fianco. Non ci sono programmi a breve termine.

Il numero 1 del Milan è soddisfatto del lavoro che viene svolto in ogni settore del club e indica qual è l'obiettivo finale: "Il segreto della squadra sta nella strategia disegnata da Gazidis con Maldini su input di Elliott. Il nostro progetto prevede la costruzione di una squadra vincente ma che sia anche economicamente sostenibile".

Tra gli argomenti trattati dal presidente del Milan c'è stato ovviamente anche il progetto del nuovo stadio di Milano: "Escludo categoricamente un Piano B per la questione stadio". Francamente non riesco a immaginare che il Comune di Milano possa rifiutare un investimento da 1,2 miliardi, totalmente finanziato privatamente da capitali esteri. Un investimento fatto per dotare la nostra città di uno stadio moderno. Capisco l'affetto per San Siro, ma se uno vede un qualunque stadio moderno stiamo parlando di un'altra cosa. La città non può restare indietro e allo stesso tempo le sue due squadre voler tornare importanti nel panorama del calcio europeo. Dovremo fare una progettazione che richiederà diversi mesi, se il Comune ci darà tutte le autorizzazioni nei prossimi 8-9 mesi partiremo. La capienza? Intorno ai 65mila spettatori. Sarà avveniristico, sarà una attrazione turistica di Milano anche lo stadio vuoto. Abbiamo tenuto conto di quanto visto e imparato dagli stadi di tutto il mondo. "Sarà modernissimo, un punto di riferimento per il turismo e l'intrattenimento di tutti".

Poi è stato il turno di Zlatan Ibrahimovic: "Non è soltanto un calciatore o un grande calciatore, Ibra è un'icona".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE