Easyjet: riorganizza attivita' in Italia, riduce flotta da 36 a 27 aerei

Paterniano Del Favero
Novembre 27, 2020

Nell'ottica di garantire la sostenibilita' economica e finanziaria delle proprie operazioni nel mutato contesto di mercato, la compagnia sta dunque programmando di ridurre di 9 unita' la propria flotta portando da 36 a 27 gli aeromobili basati in Italia. Non sono ancora chiare le conseguenze sui 1.500 dipendenti - che sono in cassa integrazione a rotazione fino a marzo 2021 -, ma dalla società spiegano al Corriere della Sera che "si vaglieranno tutte le ipotesi per ridurre l'impatto sociale" e che "il dialogo con i sindacato è iniziato oggi", mercoledì 25 novembre.

Per far fronte a questo scenario e dotarsi degli strumenti necessari per riemergere dalla crisi in modo competitivo, lo scorso maggio easyJet ha annunciato un significativo ridimensionamento dell'intera flotta e un conseguente piano di ottimizzazione di basi e rotte in tutto il network europeo. "Infine, vorrei ringraziare tutti i 1500 dipendenti di easyJet in Italia per l'impegno, la passione e il sacrificio mostrato in questi mesi così duri e garantire che saranno fatti tutti gli sforzi possibili con l'obiettivo di mitigare l'impatto di questa decisione sui livelli occupazionali e salvaguardare il maggior numero possibile di posti di lavoro".

Quest'anno il settore del trasporto aereo ha subito un vero e proprio crollo del traffico passeggeri: dopo una timida ripresa estiva, IATA ha peggiorato le previsioni stimando per il 2020 un calo del traffico globale di circa il 70%. Per il 2021 l'associazione internazionale del trasporto aereo prevede che i ricavi delle aerolinee saranno inferiori di oltre il 50% rispetto a quanto previsto prima della crisi e ha confermato che bisognerà attendere il 2024 prima che il traffico aereo ritorni ai livelli del 2019. Il piano coinvolgera' l'operativita' delle tre basi nazionali, Milano Malpensa, Venezia Marco Polo e Napoli Capodichino.

E aggiunge: "Abbiamo investito costantemente nel mercato italiano negli anni passati arrivando a trasportare oltre 20 milioni di passeggeri da e per gli aeroporti nazionalinel 2019. Ora però dobbiamo in parte ridimensionare i nostri investimenti, anche per riflettere le aspettative sulla drastica e strutturale riduzione nella domanda", ha commentato Lorenzo Lagorio, Country Manager di easyJet Italia. Inoltre, voglio ribadire con forza l'impegno di easyJet nei confronti del nostro paese che è, e rimane, uno dei principali mercati europei della compagnia e dove continueremo a essere uno dei principali operatori.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE