Con falsi sms svuotano i conti correnti e insultano: "Sei un ciambellone"

Paterniano Del Favero
Novembre 27, 2020

La polizia postale di Genova è riuscita a sgominare la banda denunciando quattro persone. Gli investigatori hanno il sospetto che dietro ci sia la camorra. La base operativa delle frodi è in Campania, frodi consumatesi in particolare nel periodo del lockdown. "Ti abbiamo fregato" o ancora "sei stato un ciambellone". I colpi messi a segno con l' sms fruttavano dai 300 euro ai 55 mila euro. Le nuove tecniche per truffare sono definite Smishing e Vishing. La prima consiste nell'inviare comunicazioni che paiono provenire dalla propria banca e che invitano ad accedere al conto on-line mediante un link. In tre mesi, da settembre a oggi, la banda avrebbe rubato in questa maniera almeno 300 mila euro.

Dalle intercettazioni è emerso che i truffatori addirittura insultavano alla fine della telefonata le vittime.

La polizia postale ricorda che la banca mai contatterà i propri clienti attraverso un numero verde: anche i numeri territoriali assegnati alla banca possono essere dissimulati quindi nel dubbio è meglio concludere la chiamata e telefonare direttamente alla propria filiale.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE