Porsche Taycan, la derapata vale il Guinness World Record: il video

Geronimo Vena
Novembre 25, 2020

Il bizzarro record mondiale è stato stabilito presso il Porsche Experience Centre (PEC) del Circuito di Hockenheim. Se in occidente è in commercio solo quest'ultima versione della Taycan, il modello a trazione posteriore è piuttosto popolare in Cina. La velocità media è stata di 46 km/h.

"Quando i dispositivi di stabilità di marcia sono disattivati, è molto facile realizzare un power slide con la Porsche elettrica, soprattutto con questa versione a trazione esclusivamente posteriore", spiega Dennis Retera. Il baricentro basso e il passo lungo garantiscono la stabilità del veicolo. "La precisa configurazione di telaio e sterzo consentono un controllo perfetto in ogni momento, anche quando la vettura si muove lateralmente". Anche il design del volante e la maneggevolezza del mezzo hanno contribuito, ma un ruolo determinante è certamente giocato dal pilota, che ha dovuto mantenere la concentrazione per tutto quel tempo, soprattutto perché l'asfalto irrigato del circuito drift non forniva sempre lo stesso livello di aderenza. Una volta schiacciato il pedale dell'acceleratore in modo troppo brusco, infatti, la Taycan ha scaricato tutta la coppia del motore elettrico, che ricordiamo spaziare dai 650 Nm della 4S ai 1.050 Nm della Turbo S, naturalmente subito disponibili.

I responsabili di Porsche hanno impiegato 55 minuti per portare a termine il loro tentativo di conquista del record del mondo.

Porsche Taycan: sbaglia la manovra, tampona due auto e rischia di finire sopra una BMW [VIDEO]

"La Taycan ha all'attivo anche i record sui 26 sprint 0-200 km/h realizzato al campo di aviazione di Lahr oppure quello di resistenza di 24 ore su 3.425 km ottenuto a Nardò sul tracciato ad alta velocità fino ai 7′:42" al Nurburgring che rappresenta il miglior tempo per le auto di categoria.

A controllare la regolarità del record c'era il giudice ufficiale del Guinness World Record, Joanne Brent, che ha con alcuni collaboratori misurato con precisione le misure dell'area di prova, installato sensori e GPS sulla vettura e controllato la registrazione video dell'impresa, oltre a contare il numero di giri.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE