Stop all'attività degli allevamenti di visoni per tre mesi in tutta Italia

Bruno Cirelli
Novembre 24, 2020

"Sospendere le attività fino a febbraio è come vietare la vendita degli ombrelloni da spiaggia, nei mesi invernali": questa la critica mossa da Lav al provvedimento firmato in queste ore dal Ministro della Salute Roberto Speranza, che vieta qualsiasi attività negli allevamenti intensivi di visoni.

"320)", sottolinea il ministero. In Italia, dove gli allenamenti di visoni sono piuttosto ridotti rispetto ad altri Paesi UE, si procederà per gradi, nel principio della massima precauzione adottato ormai da mesi dal governo di Giuseppe Conte. A quel punto verrà svolta una nuova valutazione dello stato epidemiologico delle strutture.

"I pericoli di trasmissione del letale virus dai visoni agli umani, e di depotenziamento degli effetti dei futuri vaccini, a causa delle varianti che si diffondono dagli allevamenti degli animali per pellicce, resteranno presenti nel nostro Paese".

Dopo le soppressioni di massa di visoni avvenute in Grecia e Danimarca, anche l'Italia ha deciso di fare qualcosa per impedire che gli allevamenti di questi animali possano contribuire alla diffusione del Covid-19.

Il cerchio si chiude e si torna all'unica soluzione possibile: la chiusura di tutti gli allevamenti di visoni, che attualmente in Italia sono otto distribuiti sul territorio. "In caso di sospetto di infezione, le autorità locali competenti dispongono il sequestro dell'allevamento, il blocco della movimentazione di animali, liquami, veicoli, attrezzature e l'avvio di una indagine epidemiologica".

Oltre 500 trattori, molti decorati con la croce danese, hanno attraversato il quartiere governativo e la casa del parlamento di Copenaghen. Altri 400 hanno organizzato una protesta simile nella seconda città del paese, Aarhus.

Il Governo del primo ministro Mette Frederiksen in precedenza aveva riconosciuto che la decisione di abbattere più di 15 milioni di visoni non avesse alcun fondamento legale per gli animali sani, ma ha ugualmente raccolto il sostegno parlamentare per portare avanti il programma. Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE