Covid, Oms: "Terza ondata in Europa se governi non si organizzano"

Bruno Cirelli
Novembre 23, 2020

Sono aperte critiche quelle espresse da David Nabarro, inviato speciale dell'OMS per la lotta al coronavirus, in merito alla strategia di gestione della pandemia in Svizzera.

Nabarro si è così espresso in un'intervista pubblicata oggi, sabato, dalle testate del gruppo CH Media. In considerazione della "situazione estremamente grave", le misure sono troppo blande. "Non hanno costruito le infrastrutture necessarie durante i mesi estivi - ha denunciato - dopo aver messo sotto controllo la prima ondata". Il risultato è stata la seconda ondata. Se non si agisce ora, ammonisce l'esperto dell'OMS, una terza ondata si manifesterà all'inizio del prossimo anno. E prepararsi ad affrontare nuovi focolai. È necessaria una "strategia molto più solida da parte delle autorità e dei residenti", afferma l'esperto.

Per spiegare la sua posizione, Nabarro ha citato la vicenda di suoi conoscenti in Svizzera romanda, incapaci di risalire al contagio che li ha resi positivi. "Mi sorprende che il Covid non sia trattato come un'emergenza nazionale", ha concluso.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE