Google Foto dice addio allo spazio di archiviazione illimitato

Geronimo Vena
Novembre 14, 2020

Si tratta di una funzionalità particolarmente utile perché permette di creare una copia delle proprie foto affinché non vadano mai perse e di sincronizzarle con qualunque dispositivo ove si utilizzi il medesimo account Google. Consideriamo, per chi non lo sapesse, che ad oggi tutti gli utenti con almeno un account Google hanno la possibilità di archiviare in modo del tutto gratuito le proprie foto, che siano esse presenti sullo smarpthone o che vengano inserite manualmente da PC Dekstop.

Fino ad oggi chi sceglie di utilizzare la famosa galleria di big G si trova di fronte a due opzioni: conservare le foto in qualità originale, con uno spazio di archiviazione nel cloud limitato a "soli" 15 GB, o caricare le foto con una qualità leggermente compressa e non avere di conseguenza nessun limite di spazio. In questo caso per le foto in alta qualità lo spazio di archiviazione era illimitato.

Ovviamente se finora avete preferito salvare foto e video in qualità originale non noterete alcun cambiamento, visto che continueranno a consumare lo spazio a disposizione come accadeva finora.

Infatti fino al primo giugno 2021 sarà ancora possibile inviare foto e video in alta qualità a Google Foto, senza che questi dati vengano conteggiati entro i 15GB di spazio gratuito inclusi di serie nell'account degli utenti. In Italia si parte con 100GB di spazio cloud complessivo pagando 1,99 euro al mese. Stesso discorso per i possessori di Google Pixel dalla prima all'ultima generazione. Poi, a partire da giugno 2021, arriverà una nuova comunicazione da parte di Google quando si starà per esaurire lo spazio di archiviazione gratuito.

Proprio per questo Google ha deciso di realizzare una pagina apposita per stimare quanto tempo, presumibilmente, un utente impiegherà per raggiungere il limite. Ogni utente avrà a disposizione i solo 15 GB nella nuvola previsti dal piano gratuito, e non più lo spazio di archiviazione illimitato.

In questo caso dal 1° giugno 2021 Google lancerà un nuovo strumento di gestione dello spazio di archiviazione che aiuterà a tutti a trovare e a eliminare facilmente i contenuti indesiderati.

A partire da giugno tutti file archiviati sul cloud di Google - i messaggi di Gmail, i documenti di Google Drive e le foto - concorreranno al conteggio del "peso", e la loro somma non dovrà superare i 15 GB.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE