Covid. Infermieri stremati. Carbone (Opi): "Servono provvedimenti più restrittivi"

Barsaba Taglieri
Novembre 12, 2020

In qualche caso, come al Cotugno o a Castellammare, devono dividersi tra i reparti e i pazienti sulle barelle nelle ambulanze. "Basta con il palleggiamento di responsabilità". Così ha dichiarato il Presidente dell'ordine degli infermieri di Napoli. La politica svolga il ruolo di indirizzo che la Costituzione le assegna. "Ora il rischio è alto", afferma Carbone.

Gli Infermieri stanno lavorando in condizioni estreme, con turni massacranti, con Dpi insufficienti e non sempre adeguati e con la grave carenza di organici più volte denunciata. Stesso allarme e stessa richiesta di misure più restrittive anche dagli infermieri di Napoli dove desta grande preoccupazione il numero dei lavoratori contagiati.

Uno degli aspetti più drammatici della pandemia in Piemonte è la mancanza di medici, ma nonostante la Regione sia con l'acqua alla gola i bandi per medici e infermieri escludono chi non è cittadino Ue.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE