Vice-ministro Sileri: molto improbabile un lockdown nazionale

Barsaba Taglieri
Novembre 11, 2020

"Ci sono alcune regioni che hanno lavorato meglio e c'è chi ha lavorato peggio". Lo ha detto il viceministro Pierpaolo Sileri durante il programma Tagadà su La7, condotto da Tiziana Panella, riferendosi al comportamento delle regioni. Bollettino in cui le vittime sono tornate sopra quota 600 e in cui i ricoveri non accennano a frenare. Il viceministro alal Salute ha precisato: "È possibile, ma non probabile che se i dati sono brutti su tutta l'Italia avremo più regioni arancioni e più regioni rosse".

"E' verosimile - ha spiegato Sileri - che alcune regioni avranno la necessità di misure più restrittive, così come non avremo regioni che retrocedono dall'arancione al giallo perché bisogna aspettare 15 giorni" dal momento in cui sono state introdotte le prime misure, per vedere se abbiano sortito effetto. Queste nuove restrizioni andrebbero a colpire quelle Regioni che supereranno i parametri di rischio nelle zone arancione e rossa. Inoltre il governo chiede anche ai governatori di regioni gialle di fare ordinanze con misure più restrittive: dal lockdown totale nei Comuni dove si sono creati focolai, alla chiusura di alcune strade e piazze.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE