Covid, l’Ordine dei medici: "Lockdown totale in tutto il paese"

Barsaba Taglieri
Novembre 9, 2020

A preoccupare sono soprattutto i numeri che riguardano degenze e malati in terapia intensiva: sono 26.440 i ricoverati con sintomi, 2.749 le persone in terapia intensiva, in aumento di ben 115 unità.

"Temo che le misure adottate in Puglia siano insufficienti a scongiurare il collasso del sistema sanitario": lo afferma il presidente della Fnomceo Filippo Anelli, che è anche presidente dell'Ordine dei medici di Bari.

Ha inoltre evidenziato l'inaccettabile situazione riguardante la carenza di medici specialisti in Italia, con 23.000 medici laureati in attesa di potersi specializzare ma in stallo per via delle graduatorie bloccate.

"Considerando i dati di questa settimana come andamento-tipo, e se li proiettiamo senza prevedere ulteriori incrementi - si legge nella nota pubblicata su Facebook -, la situazione fra un mese sarà drammatica e quindi bisogna ricorrere subito ad una chiusura totale". Eppure le cifre fornite dalle Regioni non sono sempre aggiornati o comunque affidabili, tanto che lo stesso ministro della Salute Roberto Speranza ha avvisato che "nel rapporto tra istituzioni sarebbe un reato molto grave dare dei dati falsi" e che "le Regioni devono necessariamente dare dati corretti". Scettico, invece, sullo switch di medici specializzati in altre branche verso la cura del Covid. "La formazione non è un optional".

Non è la prima volta che Anelli parla di lockdown totale, ma di certo la richiesta è ora ufficiale. A dichiararlo è il presidente dell'ordine nazionale dei medici Anelli nel corso di un intervento su Rai Radio 2.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE