L’80% degli ictus può essere evitato modificando lo stile di vita

Barsaba Taglieri
Ottobre 30, 2020

Parameter name: valueValue cannot be null.

"1 persona su 4 verrà colpita da ictus nel corso della propria vita, non essere tu quella persona". Poche, semplici indicazioni che però sono fondamentali per la prevenzione dell'ictus cerebrale: modificare il proprio stile di vita, curando alcune patologie che ne possono essere causa, significa effettuare una prevenzione attiva alla portata di tutti, mettendo in atto tutte le strategie necessarie per evitare l'ictus e le sue conseguenze. Chi ha già avuto un ictus deve sottoporsi almeno due volte l'anno alle visite di controllo facendo anche gli esami eventualmente richiesti per valutare lo stato cerebrovascolare, per esempio con ecocolordoppler dei vasi del collo, doppler transcranico ed ecocardiogramma. Controllare periodicamente la pressione arteriosa, i valori di glicemia e colesterolemia, verificare l'eventuale presenza di fibrillazione atriale 2. Non eccedere con il consumo di alcolici 4.

Poi, fare un'attività fisica moderata e costante (camminare, fare le scale, ballare, andare in bici), seguire una dieta sana riducendo il sale, monitorare il peso. Ipertensione e diabete da tenere sotto controlloIn caso di ipertensione conclamata, la terapia suggerita dal medico avrà una grande importanza preventiva, così come nel caso di soggetti affetti da diabete (in cui il rischio è aumentato circa del 50%) o da altre malattie croniche come ad esempio la fibrillazione atriale. Se improvvisamente non si riesce a muovere o si ha minor forza in un braccio, una gamba o entrambi gli arti dello stesso lato del corpo, si ha la bocca storta, non si riesce a vedere bene metà o una parte degli oggetti, non si è in grado di coordinare i movimenti o stare in equilibrio, non si comprende il linguaggio o non articolano bene le parole, oppure si è colpiti da un violento e molto localizzato mal di testa, diverso dal solito, è necessario chiamare subito il 112 o il 118. L'ictus cerebrale, nel nostro Paese, rappresenta la terza causa di morte, dopo le malattie cardiovascolari e le neoplasie.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE