Trump contro Borat: "Baron Cohen è un impostore e uno schifoso"

Ausiliatrice Cristiano
Ottobre 26, 2020

È una persona falsa, non la trovo affatto divertente. "Per me, è uno schifoso". Baron Cohen negli ultimi giorni ha messo in imbarazzo Rudy Giuliani, ex sindaco di New York e avvocato personale del presidente diffondendo in anteprima alcuni fotogrammi della nuova opera.

Questa volta SBC - classe 1971, nazionalità britannica, noto anche per i suoi personaggi come Ali G, un aspirante gangsta-rapper inglese o come Brüno, giornalista austriaco di moda gay - Sacha Baron Cohen si ripresenta nel ruolo di Borat Sagdiyev, l'immaginario e demenziale giornalista kazako dalla pronuncia esotica che nel 2006, con le sue gesta e le sue battute, ha incassato nientemeno di 262 milioni di dollari al botteghino a fronte di un budget da 18 milioni, aggiudicandosi una candidatura come migliore sceneggiatura originale agli Oscar. Ho indossato un abito da 56 pollici per trasformare la mia vita in quella di Trump, avevamo stimato che fosse il più realistico.

"Non so cosa sia successo", ha commentato invece il tycoon su quanto accaduto, "ma qualche anno fa lui ha provato a truffarmi, e sono stato l'unico che non si è fatto fregare".

Accuse a cui Sacha Baron Cohen ha risposto velocemente e quasi senza battere ciglio, tramite un tweet sul suo account ufficiale in cui ha ringraziato il presidente per la pubblicità gratis a Borat. Nel film, Giuliani viene preso di mira per una falsa intervista con la Bakalova, ed è mostrato in una situazione compromettente in camera da letto prima che Borat si precipiti in soccorso della 'figlia'. La risposta più semplice (ma incompleta) è che l'era di George W. Bush aveva bisogno di un Borat, e gli anni di Trump lo rendono dolorosamente ridondante.

Trump molto attento a chi fa entrare nei suoi eventi e acasa sua.

Borat torna negli Stati Uniti per dare in sposa sua figlia Tutar a qualcuno vicino alla Casa Bianca e il risultato è una commedia incredibile con intere sequenze girate senza copione, ma soltanto affidandosi a gag improvvisate di fronte a "non attori" presenti casualmente sui luoghi delle riprese.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE