F2i compra l'aeroporto di Olbia dall'Aga Khan: nasce il polo della Sardegna

Paterniano Del Favero
Ottobre 25, 2020

Da qualche settimana la voce circolava insistentemente: Geasar venduta a un importante fondo. Con queste parole nel 1964 Karim Aga Khan descriveva la Costa Smeralda a un giornalista americano ed è in questo luogo "magico" che il Principe creò l'aeroporto di Olbia per contribuire allo sviluppo del turismo in un'area allora vergine, trasformando una pista in terra battuta di velivoli privati di una clientela ricca ed elitaria (rimane ancora oggi uno dei principali hub europei per i jet privati) in uno scalo internazionale da cui molti aerei della compagnia Alisarda che il Principe ha creato sono decollati.

L'acquisizione, il cui perfezionamento resta condizionato alle autorizzazioni delle competenti autorità (AGCM per i profili concorrenziali e Presidenza Consiglio rispetto alla normativa golden power), verrà effettuata attraverso F2i Aeroporti 2 che oggi già detiene il controllo di Sogeaal SpA (71%), società di gestione dell'aeroporto di Alghero. Il restante 20 per cento resterebbe alla Regione Sardegna e alle Camere di Commercio di Sassari e Nuoro. Come destinazione turistica esclusiva, siamo lieti di avere la Regione Sardegna, nostro partner già ad Alghero, fianco a fianco con noi ad Olbia, e le Camere di Commercio di Sassari. F2i Aeroporti 2 sarà controllata da due fondi gestiti da F2i e Fondazione di Sardegna.

Alisarda, a seguito della liquidazione di Air Italy, "vende" anche l'Aeroporto Costa Smeralda.

"F2i, coerentemente alla sua missione, ha deciso di sostenere il potenziale di sviluppo aeroportuale del nord della Sardegna nonostante l'attuale situazione di emergenza". La crisi sanitaria ha colpito l'intero settore a livello globale ma F2i ritiene comunque che la Sardegna abbia tutte le caratteristiche per beneficiare di una ripresa relativamente più rapida, grazie alla sua localizzazione. "Renato Ravanelli, Amministratore Delegato di F2i, ha commentato Nuoro e la Fondazione Sarda che ha collaborato con noi al progetto industriale ".

Bergamo, con circa 62 milioni di passeggeri complessivi (32% del traffico nazionale). Le solide basi che Geasar ha sviluppato con costanza meritano di avere una prospettiva futura altrettanto positiva. Le società che fanno parte del network di F2i costituiscono la principale piattaforma infrastrutturale del Paese, diversificata in settori strategici per il sistema economico: trasporti e logistica, energie per la transizione, reti di distribuzione, reti e servizi di telecomunicazione, infrastrutture. Guidato dall'amministratore delegato Renato Ravanelli, F2i attraverso le sue partecipate coinvolge lavorativamente 19 mila persone in Italia la cui attività consente a milioni di persone di utilizzare i servizi e le infrastrutture essenziali per la vita quotidiana. I fondi gestiti da F2i Sgr sono sottoscritti da primarie istituzioni italiane ed estere.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE