Mercato auto Europa 2020: lieve risalita a settembre, +1,1%

Paterniano Del Favero
Ottobre 18, 2020

Qualche piccolo segnale positivo arriva dal mercato europeo, nell'ultimo mese di settembre.

I vaccini, ha precisato la Commissione in un comunicato, dovranno essere autorizzati dall'Agenzia europea per i medicinali, secondo standard di sicurezza ed efficacia verificati regolarmente. Da gennaio a settembre sono state immatricolate 7 milioni di unità, quasi 2,9 milioni in meno rispetto allo stesso periodo del 2019. Fca ha registrato un aumento dell'11,8% rispetto al corrispondente mese del 2019 (+14,1% Volkswagen), facendo meglio del +1,1% del mercato.

Come avvenuto anche per il mercato nazionale, le immatricolazioni di auto nuove in Europa sono cresciute del 3,1% nel mese di settembre 2020. Tra i mercati principali la Spagna ha avuto il calo più forte (-38,3%), seguita da Italia (-34,2%), Francia (-28,9%) e Germania (-25,5%). "La crescita è certamente modesta, ma è significativa perché potrebbe rappresentare l'inizio dell'inversione di tendenza dopo il disastroso impatto della vicenda coronavirus sulle vendite dei primi otto mesi dell'anno", afferma il Centro Studi Promotor commentando i dato sulle immatricolazioni europee.

Primi segnali di risveglio nelle vendite auto in Europa a settembre 2020, in un anno che sta soffrendo pesantemente per gli effetti della pandemia.

Il calo delle immatricolazioni del 29,3% registrato a fine settembre è assolutamente eloquente. Nei quattro più grandi mercati, tuttavia, si sono avuti risultati contrastanti: in perdita la Spagna (-13,5%) e la Francia (-3%), mentre l'Italia - dove sono partiti gli incentivi - (+9.5%) e la Germania (+8,4%) hanno messo a segno solidi guadagni. "Se vogliamo che la vaccinazione sia efficace dobbiamo prepararci ora", ha dichiarato la presidente della Commissione Ue, Ursula von der Leyen.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE