Adua Del Vesco: "A 12 anni ho subito uno stupro"

Ausiliatrice Cristiano
Ottobre 17, 2020

Il suo racconto ha commosso tutti, coinquilini e telespettatori. "Abbiate il coraggio di denunciare", ha aggiunto ancora Adua. L'attrice si è soffermata sull'anno 2004, quando è accaduto qualcosa di orribile. Ma attirò l'interesse della persona sbagliata, di cui lei si fidava profondamente. È stato in quel momento che, per la prima volta, Adua ha confessato un terribile episodio accadutole quando aveva 12 anni: l'attrice ha subito uno stupro. "Sono cose che si superano, ma non si dimenticano perché avevo solo 12 anni, perché ero solo una bambina e perché non dovevo subire quello che ho subito e i miei occhi non dovevano vedere quello che hanno visto".

Morra che io sappia non ha avuto alcuna relazione gay e se per questo nemmeno etero perché era completamente dedito al lavoro, e in quella Villa a Zagarolo lui sarebbe rimasto se non fossero sorte tutte quelle problematiche con Del Vesco e di conseguenza con i produttori. Il conduttore chiede così ad Adua cosa ricorda di quel momento. Era una persona che conoscevoe che mi ha dato un passaggio in macchina. Senza malizia e con ingenuità, accettò. "E soprattutto non volevo fare del male a mia madre". Voleva proteggere la sua famiglia, ma questo è un errore. Adua fa, chiaramente, presente che queste cose devono essere denunciate.

Una confessione davvero toccante quella di Adua, che questa sera Alfonso ha deciso di chiamare col suo vero nome, Rosalinda. Da parte di Massimiliano c'è anche la rivelazione del fatto che il litigio tra lui e la stessa Adua è stato probabilmente un'ennesima trovata di Tommaso Zorzi, una figura che fa sempre più discutere fuori e dentro la Casa. Riguarda il periodo in cui ha sofferto di anoressia. Ero una ragazza con tanta sofferenza e il mio sfogo emotivo era solo quello. Signorini manda poi in onda una foto che ritrae Adua magrissima. L'immagine e il suo racconto non possono non commuovere i suoi compagni d'avventura.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE