"I Marmi Torlonia", 14 sale ai Musei Capitolini con 620 sculture

Ausiliatrice Cristiano
Ottobre 16, 2020

La mostra, I marmi Torlonia. Lungo il percorso si narra la storia del collezionismo dei marmi antichi, romani e greci, in un cammino a ritroso nella storia che comincia con l'evocazione del Museo Torlonia.

Arriva la tanto attesa mostra dei Marmi Torlonia a Roma, presso i Musei Capitolini, svelando al pubblico le misteriose e incredibili sculture.

Una spettacolare e attesissima esposizione ospitata negli spazi dei Musei Capitolini a Villa Caffarelli, tornati alla vita dopo oltre cinquanta anni, che vengono inaugurati proprio per questa occasione. Collezionare capolavori. Oltre 90 le opere selezionate tra i 620 marmi catalogati e appartenenti alla collezione Torlonia, la più prestigiosa collezione privata di sculture antiche: significativa per la storia dell'arte, degli scavi, del restauro, del gusto, della museografia, degli studi archeologici.

Una collezione importante, che nel 1825 accresce con la collezione Giustiniani, che porterà alla fondazione del Museo Torlonia. Tutto parla di lui, evocandolo: "ecco spiegato il percorso a ritroso, che parte dai giorni nostri e poi va indietro, fino al Quattro-Cinquecento, passando per rinvenimenti ottocenteschi, il collezionismo del Settecento e del Seicento". La mostra, promossa dal MiBACT, dalla Soprintendenza Speciale Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Roma, da Roma Capitale, dalla Sovrintendenza Capitolina ai Beni Culturali, dalla Fondazione Torlonia, è organizzata da Electa, ed è accompagnata da un catalogo edito anch'esso da Electa.

"Questa - spiega Salvatore Settis - è una mostra puntata sul futuro".

La seconda sezione raccoglie una scelta delle numerosissime opere trovate dai Torlonia negli scavi eseguiti nelle loro proprieta' nella campagna romana.

Nell'ultima sezione infine ci sono pezzi che, di collezione in collezione, sono arrivati ai Torlonia partendo da raccolte che risultano documentate gia' nei secoli XV e XVI. Successivamente, all'inizio degli anni Settanta, un progetto di ristrutturazione della villa alla Lungara che ospitava il museo (composto da 77 stanze) decretò l'inizio della fine: le sale della villa diventarono appartamentini da affittare e si scoprì che le statue erano finite stipate in alcuni magazzini di proprietà della famiglia, in locali che la Corte di Cassazione, nel procedimento per abuso edilizio, definì "angusti" e "pericolosi".

Roma - Marmi che ritrovano gli antichi colori.

E ancora l'Hestia Giustiniana, una replica di eta' Imperiale, perfettamente conservata, di un bronzo del 460 a.C.; la statua con Ulisse sotto un ariete, anche questo di eta' Imperiale, che raffigura l'eroe greco mentre fugge dalla caverna di Polifemo; e Invito alla Danza, una superba ninfa di eta' Imperiale in procinto di alzarsi e iniziare a ballare. Ma grazie all'accordo tra Fondazione Torlonia e Mibact e con il sostegno di Bulgari, main sponsor della mostra, la strada è stata spianata. Questo è un primo passo importante perché la strada che si vuole intraprendere porta allindividuazione di un luogo a Roma, condivisa con gli eredi Torlonia, dove rendere visibili per sempre queste opere. In tal senso una sede prestigiosa come Palazzo Rivaldi, per il cui restauro è già deliberato un finanziamento di 40 milioni di euro, si potrebbe prestare a ospitare la collezione Torlonia", ha dichiarato ieri il Ministro per i beni e le attività culturali e per il turismo, Dario Franceschini, in occasione della conferenza stampa di presentazione della mostra "I marmi Torlonia. Ed è già stata individuata una possibile sede: Palazzo Silvestri Rivaldi, per il cui restauro sono già state stanziate ingenti risorse nell'ambito del piano Grandi Progetti Beni Culturali.

"Erano abilissimi nel ricostruire la figura antica lacunosa. Abbiamo inoltre scoperto tracce di colore su alcune sculture come per esempio sul Rilievo con scene di porto e tracce di doratura su uno dei monumentali sarcofagi Savelli che sopravvivono nonostante secoli di esposizione all'aperto" ha affermato Gasparri.

A Roma via alla grande mostra sui marmi Torlonia, che tornano finalmente visibili dopo decenni. ITALIANNETWORK le comunichera' quanto prima.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE