Covid-19, contagi record: nuovo lockdown a Natale?

Barsaba Taglieri
Ottobre 16, 2020

I nuovi positivi sono emersi dall'esito di 11.146 tamponi. "I dati odierni confermano che la trasmissione del virus a scuola è limitata rispetto a quella che avviene in comunità, perciò è ancor più importante monitorare e rispettare le regole anche al di fuori del mondo scolastico", scrive anche il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità (Iss), Silvio Brusaferro su Twitter.

La situazione è identica al Sud, con l'azienda Sanaria di Napoli che spiega come "le richieste provengono più dai privati, anche perché le aziende ormai sono organizzate". Dinamica che ha fatto quintuplicare i casi attualmente positivi, passati da 12.482 di fine luglio a 60.134. A suo dire il punto di non ritorno oltre cui un lockdown è inevitabile si avrà se e quando le terapie intensive vedranno occupati il "50-60% dei posti letto".

"Al momento le richieste sono sostenibili - spiega Alternativa Servizi, presente a Roma - dopo la prima riapertura del 4 maggio invece c'era molta confusione da parte delle aziende per paura di prendere multe". Fino a qualche giorno fa tutto bene, ma con il calo delle temperature sono iniziate le proteste dei ragazzi: "Abbiamo freddo". D'altro canto, ha aggiunto, "siamo a metà ottobre e il Natale è a poco più di due mesi". "Lavoriamo a rendere le cose a nostro favore". Aumentano anche i ricoverati: 40 di cui 7 in terapia intensiva. Il modello indica "un incremento non lineare", ha detto Fenga.

A livello nazionale i contagi sono saliti di 8.804 unità.

Solo nella città di Milano sono stati registrati 554 nuovi contagi in un giorno. Medici ed infermieri sono risultati positivi al tampone e l'Asp3 di Catania ha dovuto in via cautelativa ridurre l'attività del reparto di cardiologia.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE