Coronavirus: anche Eli Lilly sospende la sperimentazione del vaccino

Paterniano Del Favero
Ottobre 16, 2020

L'azienda farmaceutica Eli Lilly ha sospeso temporaneamente i test clinici su un trattamento contro il coronavirus basato sugli anticorpi monoclonali simile a quello prodotto dall'azienda Regeneron e assunto dal presidente americano Donald Trump durante la sua malattia. Anche Molly McCully, portavoce dell'azienda, ha ribadito la pausa nei test. "La sicurezza è della massima importanza per Lilly. Siamo consapevoli che, per un'abbondanza di cautela, il comitato indipendente di monitoraggio della sicurezza dei dati ACTIV-3 ha raccomandato una pausa nella sperimentazione", ha spiegato in un'intervista ai media statunitensi.

"Lo studio, che valuta l'anticorpo neutralizzante sperimentale di Lilly come trattamento per COVID-19 in pazienti ospedalizzati, è sponsorizzato dal National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID), parte del National Institutes of Health (NIH)".

Trump, che attribuisce al Regeneron l'accelerazione della sua guarigione, ha chiesto che entrambe le cure diventino immediatamente disponibili in caso di emergenza; questo ha creato aspettative, tra alcuni scienziati ed esperti, che l'amministrazione rilasci subito un'autorizzazione all'uso di emergenza (Eua) per il farmaco. Il consiglio di sicurezza esaminerà di nuovo i dati il 26 ottobre per poi suggerire al National Institutes of Health se proseguire o no la sperimentazione. Le azioni della società sono diminuite di circa il 3% negli scambi pomeridiani dopo che la notizia ha iniziato a trapelare su Twitter. Ma non solo, la borsa di Wall Street crolla proprio a causa dei rallentamenti del vaccino per Covid-19.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE