Perugia, ex dirigente muore a soli 47 anni: addio a Fabrizio Ferrigno

Rufina Vignone
Ottobre 15, 2020

Mondo del calcio in lutto: è morto Fabrizio Ferrigno. Proprio con i calabresi, Ferrigno aveva lasciato un ricordo indelebile. A colpire i tifosi del Catanzaro fu soprattutto il suo carattere determinato. Ha fatto sognare i tifosi calabresi specie per via di quel gol storico, il 2-0, messo a segno al 'Ceravolo' contro la Sambenedettese. Poi anche il Fc Messina: "Sconvolti e addolorati dalla notizia, ci uniamo al cordoglio per la scomparsa di Fabrizio Ferrigno". Protagonista della doppia promozione ed amatissimo in città, i supporters giallorossi decisero di dare un soprannome affettuoso al calciatore ossia "Il Sindaco". "Alla famiglia del caro Fabrizio, amato da tutta la tifoseria che gli aveva attribuito l'appellativo di "sindaco", vanno le più sincere condoglianze di tutta la società". Nella sua vita, è stato anche direttore sportivo. Malato da tempo e negli ultimi giorni aggravatasi la sua condizione di salute, è venuto a mancare nel pomeriggio di oggi dopo essere stato ricoverato all'ospedale di Catania.

Un privilegio assoluto che ha certificato ulteriormente la sua professionalità in quest'altro ruolo.

Tra i giocatori di livello da lui lanciati, c'è sicuramente da ricordare Pietro Terracciano, voluto come portiere del Milazzo in Seconda Divisione, esperienza che aprì all'estremo difensore le porte della Serie A con le maglie di Catania, Empoli e Fiorentina.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE