Lockdown a Natale, l'idea di Andrea Crisanti. Parla il virologo

Rufina Vignone
Ottobre 14, 2020

Secondo Andrea Crisanti tornare al lockdown nel periodo di Natale potrebbe aiutare ad abbassare la trasmissione del coronavirus e aumentare il tracciamento dei contatti. Nella sola giornata di martedì 13 ottobre 2020 le terapie intensive occupate sono infatti aumentate di 63 unità come non accadeva dalla fase calda dell'epidemia. Il professore cita la Gran Bretagna che ha deciso di fare il lockdown durante le vacanze scolastiche.

Il quadro dipinto da Andrea Crisanti è inquietante, terribilmente inquietante. Per l'esperto, che dall'inizio dell'emergenza Covid-19 nel nostro Paese insiste sull'importanza di aumentare il numero di tamponi giornalieri per individuare quanti più casi positivi possibile, ha lanciato anche l'allarme sul trasporto pubblico: "I mezzi affollati sono una situazione che favorisce il contagio". Una cosa che si potrebbe fare è obbligare i passeggeri a indossare mascherine chirurgiche e vietare l'ingresso con mascherine fai da te. "Se si generalizza si crea più danno che beneficio", ha aggiunto.

Pur riconoscendo che non c'è un manuale per affrontare una pandemia che nessuno si aspettava, "ma dalla prima ondata avremmo dovuto imparare molte cose".

La soluzione del dpcm sul calcio dilettanti "è un compromesso per accontentare interessi economici".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE