Covid. Conte e Speranza firmano il nuovo Dpcm

Rufina Vignone
Ottobre 14, 2020

Non più un divieto, ma una "forte raccomandazione". Il prossimo provvedimento potrebbe contenere norme 'antimovida', orientate a scongiurare assembramenti davanti a bar, locali e ristoranti nonché in luoghi pubblici come piazze e parchi. La ratio, viene spiegato, è non penalizzare chi per la ripresa dell'attività ha fatto investimenti e adottato protocolli, a partire dalle diverse federazioni sportive. Le misure anti contagio del nuovo Dpcm firmato saranno valide per i prossimi trenta giorni. Non è previsto l'inserimento all'interno del nuovo dpcm della ripresa della didattica a distanza per gli studenti delle scuole superiori.

Non riapriranno le sale da ballo e le discoteche, all'aperto o al chiuso. Sono esentati i bambini al di sotto dei 6 anni, i soggetti con patologie o disabilità incompatibili all'utilizzo della mascherina e chi sta svolgendo attività fisica (e non motoria).

E quindi, COSA si PUO' e cosa non si PUO' FARE? Le regioni e le province autonome possono stabilire, d'intesa con il Ministro della salute, un diverso numero massimo di spettatori in considerazione delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi. Sono permesse fiere e congressi, fatte salve le regole già in vigore su distanziamento sociale, protezioni e igiene.

Ingresso consentito a 500 spettatori all'aperto e a 100 al chiuso. Maggiori controlli, invece, su bus e metro per garantire il rispetto delle distanze di sicurezza.

Si è deciso dunque di fermare solo le attività amatoriali degli sport di contatto: per intenderci, le 'partitelle' organizzate tra amici. Si legge nella Circolare del Ministero della Salute che aggiorna le indicazioni riguardo la durata e il termine dell'isolamento e della quarantena. I positivi asintomatici "possono rientrare in comunità dopo un periodo di isolamento di almeno dieci giorni dalla comparsa della positività, al termine del quale risulti eseguito un test molecolare con risultato negativo".

Infine, ora si consiglia di indossare la mascherina anche in casa soprattutto se in presenza di non conviventi. Per saperne di più, tuttavia, non si dovrebbe aspettare molto.

L'orientamento è quello di vietare feste all'aperto e al chiuso.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE