Coronavirus, Sileri: "Sì all’aumento dei tamponi, ma fare uso appropriato dei test"

Barsaba Taglieri
Ottobre 12, 2020

La situazione, per quanto riguarda l'andamento dei contagi, non è comunque delle migliori. "Se ci sono oltre 3 mila positivi in un giorno bisogna moltiplicare questo numero almeno per 5 se non per 10 per arrivare a stabilire quanti possono essere i contatti, tra familiari stretti o conoscenti frequentati nelle ultime 48 ore, che devono restare in casa in isolamento per due settimane", ha osservato il viceministro. Ora il virus lo conosciamo "e sappiamo affrontarlo: è meno verosimile che entri in un pronto soccorso o nelle case di riposo e crei un focolaio, ora ci sono i protocolli per proteggere i più deboli". Le mascherine vanno portate sempre "anche se diverse a seconda dei luoghi e delle esigenze: quelle chirurgiche dove c'è meno affollamento; le Ffp2 su bus e metrò". Intanto, ha assicurato che chiusure generali non ci saranno, come confermato anche dal Ministro Roberto Speranza e da Giuseppe Conte.

In un intervento a Sky Tg24, dopo il CdM, Sileri ha invitato a fare attenzione alla normativa regionale che può essere più stringente rispetto al regolamento nazionale e si è detto preoccupato per le feste tra amici al chiuso, in casa "rispetto alle situazioni che si possono creare in un luogo pubblico come un bar o un ristorante, nel quale il gestore controlla che i clienti rispettino le regole".

Non sarebbe definibile come "impennata" il nuovo aumento dei casi di contagio da Covid-19. Solo così potranno scongiurarsi i contagi.

Quanto ad una possibilità di un secondo lockdown, invece, Sileri si dice scettico, ritenendo la misura altamente improbabile. Non serve essere né terroristi né negazionisti. Non sono mancate considerazioni in merito ai trasporti: "Le prescrizioni sono già state dettate". Durante la trasmissione il vice ministro Sileri esordì affermando che bisogna utilizzare anche i test salivari. Tuttavia, aggiunge, è necessario "allargare il campo diagnostico utilizzando tutti i tipi di test proprio per ridurre il sovraffollamento". Il buonsenso dell'utilizzo della mascherina è comunque importante. La velocità nell'ottenere risultati è di fondamentale importanza. Il Covid non è una semplice influenza, di questo se ne è avuta prova. Il trend è sicuramente in crescita, ma la crescita è molto lenta.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE