Trump rifiuta dibattito virtuale con Biden: "Credo di non essere contagioso"

Bruno Cirelli
Ottobre 10, 2020

La commissione aveva deciso di cambiare il format del duello in virtuale dopo che il presidente era risultato positivo al coronavirus.

Trump, nel 2019, ha infatti sospeso tutti i fondi dedicati alle nuove ricerche che usavano tessuti fetali derivati da aborti, ma secondo il New York Times, lui adesso userebbe un farmaco derivato proprio da quelle ricerche, come anche l'antivirale Remdesivir assunto da Trump.

La commissione ha invece confermato "il dibattito presidenziale finale in calendario il 22 ottobre", in programma alla Belmont University di Nashville, in Tennessee. La campagna di Donald Trump propone però un'altra soluzione: "Non ci sono ragioni per non avere tre dibattiti come ci eravamo accordati originariamente". "Per noi non è accettabile", ha affermato il presidente americano, accusando la commissione organizzatrice di voler "proteggere" il candidato democratico Joe Biden. Tra le ipotesi, "un dibattito uno a uno senza le interferenze della commissione". La marcia dei contagi secondo i media americani segnerà gli 8 milioni entro il prossimo giovedì, quando Joe Biden si sottoporrà alle domande degli elettori, visto che Trump si è rifiutato di partecipare al dibattito a distanza per le elezioni di novembre.

Pelosi ha evocato il 25esimo emendamento, giustificandolo con la preoccupazione sulle condizioni di salute effettive di Trump, alla luce di alcune sue dichiarazioni in questi ultimi giorni. "Ho tollerato gli steroidi molto bene".

Avviso: le pubblicità che appaiono in pagina sono gestite automaticamente da Google.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE