Boccia, chiusura Regioni? Non si può escludere nulla

Barsaba Taglieri
Ottobre 10, 2020

"Le limitazioni di spostamento tra le regioni non possono essere escluse - ha detto il ministro in trasmissione -, non si può escludere nulla in questo momento". Dobbiamo difendere il lavoro e la salute a tutti i costi. "Appena c'è una spia che si accende bisogna intervenire". "Se i contagi aumenteranno e ci troveremo di fronte a situazioni più preoccupanti, si dovrà essere pronti a eventuali maggiori restrizioni". La situazione non risulta grave come quella di marzo e aprile, ma se i nuovi malati dovessero continuare ad aumentare i provvedimenti potrebbero diventare ancora più stringenti. Evitiamo di generare preoccupazioni.

Il presidente dell'Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni, ha parlato ai microfoni di Radio 24 della possibilità che si adottino misure più restrittive nella regione.

"Abbiamo deciso di riaprire le scuole in questo Paese - aggiunge - perché da troppi mesi figli e studenti erano rimasti a casa ma bisogna fare le cose per bene: essere pronti a restrizioni se necessario, ma la cosa migliore è chiedere alle persone comportamenti adeguati, non scherzarci su. Come governo non fissiamo nessuna asticella". "Bisogna potenziare i servizi sanitari, stiamo lavorando sui test rapidi perché si possano fare ovunque".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE