Covid, l'impennata dei casi indica lo scenario peggiore - Scienza & Tecnica

Barsaba Taglieri
Ottobre 8, 2020

In totale, da inizio epidemia hanno contratto il coronavirus almeno 333.490 persone per 36.061 decessi.

I 3.678 casi registrati il 7 ottobre in Italia sono la conseguenza di "una crescita repentina", che ci porta "verso lo scenario" peggiore che si delineava fino a pochi giorni fa. 31 i decessi. Sono 125.314 tamponi effettuati.

Attualmente i positivi sono 62.756.

Oggi, come detto, si registra un vero e proprio boom di nuovi casi con i contagi giornalieri che superano quota 3mila (3.678 per la precisione contro i 2.677 registrati nella giornata di ieri). A loro si aggiunge anche chi con il test sierologico ha scoperto di essere venuto a contatto con Sars-CoV-2 (da asintomatico o sintomatico) dopo che il test ha segnalato la positività alle immunoglobine IgG, gli anticorpi "di memoria" del nostro corpo all'infezione. Meno evidente, invece, l'aumento dei dimessi o guariti: 1.204 che portano il totale dall'inizio dell'emergenza a 235.303. Il report sui posti letto su base regionale indica che ci sono 52 posti letto in terapia occupati su 99 disponibili. Male la Lombardia, dove sono 520 i nuovi positivi con i ricoveri in salita di 19 unità. Il dipartimento di prevenzione dell'Asp e il laboratorio di microbiologia del Pugliese in un giorno hanno processato circa 40 tamponi "permettendoci - ha precisato Elisabeth Sacco - di tranquillizzare le famiglie, ma anche tre comunità diverse perché i bambini coinvolti non sono tutti residenti a Borgia, ma provengono anche da Squillace e Catanzaro".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE