Bonus PC e Internet in Gazzetta, come si riceve

Paterniano Del Favero
Ottobre 6, 2020

'La Legge per tutti' spiega di che cosa si tratta e chi ha diritto al "bonus" che può arrivare "fino a 500 euro".

Secondo quanto disposto dal decreto pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 1° ottobre, il bonus destinato all'acquisto di pc e tablet effettuati in maniera contestuale all'attivazione dei servizi per l'accesso ad Internet, sarà gestito dalla famosa società Infratel Italia - Infrastrutture e Telecomunicazioni per l'Italia S.p.A., società pubblica italiana che da anni lavora all'interno del settore delle telecomunicazioni per il Ministro dello Sviluppo Economico.

Per poter accedere al voucher relativo al bonus pc, il potenziale beneficiario dovrà fare riferimento direttamente all'operatore internet che gli fornirà il servizio o il prodotto, il quale deve espressamente partecipare all'iniziativa voucher.

La misura nasce dalla volontà del governo di ridurre il gap digitale tra famiglie che si è manifestato in tutta la sua evidenza durante il lockdkwn, con le scuole chiuse e i ragazzi alle prese con le lezioni da casa, via internet e dal PC, con la cosiddetta Didattica a distanza (Did).

Il bonus coprirà anche la fornitura dei relativi dispositivi elettronici, come il modem, e di un tablet o un personal computer che deve essere obbligatoriamente abbinato alla connessione nel pacchetto venduto dall'operatore. Dunque, non sarà possibile comprare direttamente un computer o un tablet per poi richiedere successivamente un rimborso. Infatti dei 500 euro, 300 sono per il device e 200 per la connessione internet veloce.

Con il nuovo bonus pc e internet 2020 è prevista anche una clausola di recesso gratuito: ciò significa che in caso di ripensamento o quasiasi alto motivo, i clienti possono uscire dall'offerta senza costi dal contratto siglato avvalendosi del bonus per siglarne un altro, portandosi dietro l'importo residuo del contributo.

Ciò che si legge in Gazzetta Ufficiale è piuttosto chiaro.

È proprio per questi enormi vantaggi e benefici, che anche la Commissione dell'Unione Europea ha preso la decisione di incentivare l'utilizzo di pc e tablet anche per coloro che non ne hanno la possibilità economica.

Nel decreto si legge che "il contributo è erogato per la fornitura di servizi di connettività ad almeno 30 Mbit/s in download alle famiglie che non detengono alcun contratto di connettività, ovvero che detengono un contratto di connettività a banda larga di base, da intendersi, ai fini del presente decreto, come inferiore a 30Mbit/s in download".

I dispositivi vengono regolarmente acquistati e rimangono al compratore, che poi è il beneficiario del bonus, che però ha l'obbligo di 12 mesi di permanenza con l'operatore a cui ha chiesto l'incentivo. Non si potrà quindi scegliere il modello preferito.

Pertanto, è stato individuato un "Piano voucher per famiglie meno abbienti" per le famiglie con Isee inferiore ai 20.000 euro. Per presentare la domanda saranno necessari un documento d'identità del richiedente e la dichiarazione Isee in corso di validità.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE