Ex manager staff Trump minaccia suicidio

Bruno Cirelli
Settembre 29, 2020

"Quando sono arrivati sulla scena, la moglie del sospetto li ha avvertiti che il marito era armato: aveva accesso a molte armi da fuoco all'interno della residenza e minacciava di farsi del male".

L'ex manager della campagna elettorale di Trump, Brad Parscale, è stato ricoverato domenica in ospedale per aver minacciato il suicidio. L'allarme è stato lanciato dalla moglie, l'intervento della polizia ha evitato la tragedia. Gli agenti, ha riferito la polizia in un comunicato, sono riusciti a convincere l'uomo ad uscire dall'abitazione e a consegnarsi. "Siamo pronti a sostenere lui e la sua famiglia nel miglior modo possibile". Fino ad arrivare a richiamare l'attenzione di Donald Trump, che gli aveva affidato la sua campagna elettorale per le Presidenziali del 3 novembre prossimo in cui sfiderà Joe Biden.

Il tentato suicidio dell'ex manager di Trump arriva in un periodo molto particolare della sua vita. Secondo Trump non era stato abbastanza capace di calamitare l'attenzione della popolazione nella fase pubblicistica dell'evento. Quest'ultimo era stato licenziato da Trump in giugno dopo le polemiche seguite al comizio di Tulsa rivelatosi un flop. L'ormai ex campaign manager non aveva preso bene il demansionamento, e fonti interne hanno fatto sapere a Jim Acosta di Cnn che non si era più fatto vedere in ufficio, se non una volta 10 giorni fa.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE