Tennis: primo successo per Musetti; vince Challenger a Forlì - Emilia-Romagna

Rufina Vignone
Settembre 28, 2020

Il Challenger di Forlì ha incoronato uno strepitoso Lorenzo Musetti, che ha dimostrato (semmai ce ne fosse stato bisogno) che l'exploit agli Internazionali d'Italia la settimana scorsa non è destinato a rimanere un caso isolato. Due storie parallele che potrebbero diventare una piacevole abitudine, nei prossimi anni. Adesso, accanto alla bellezza dei gesti, Musetti mette pure i risultati. Come Frances Tiafoe, per esempio, superato negli ottavi in tre set.

"È un sogno che si avvera". E l'azzurro ha potuto così mettere in tasca prima del dovuto il passaggio alla finalissima del Challenger di Forlì, dove troverà dall'altra parte della rete il brasiliano Thiago Monteiro "giustiziere" nell'altra semifinale di giornata di Lorenzo Pellegrino. L'anno scorso ci ero andato vicino a Milano, quest'anno a Trieste (semifinale in entrambi i tornei, ndr): a Forlì mi sono trovato benissimo sin dal primo giorno e ho raggiunto l'obiettivo. Credo di essermelo meritato, è stata una settimana di grande tennis. Un traguardo che gli permetterà di portarsi a una manciata di punti dai primi 150 al mondo ma che soprattutto gli consentirà di giocare per il titolo contro Thiago Monteiro.

Una partita in cui Musetti ha messo in mostra tutto il suo repertorio, fatto di talento, di accelerazioni improvvise di dritto e di rovescio, di smorzate eccezionali e di carattere. Alla mia famiglia e al mio team.

"Sono migliorato ma non sono ancora nessuno".

Ho sempre avuto le qualità tecniche per giocarmela con tutti, mi mancava qualcosa dal lato fisico e mentale. In doppio, trionfano in doppio il bosniaco Tomislav Brkic ed il serbo Nikola Cacic, che in finale si sono imposti sul kazako Andrey Golubev e sull'azzurro Andrea Vavassori con lo score di 3-6 7-5 10/3 in un'ora e 31 minuti di gioco.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE