Mondiali Ciclismo: Elisa Borghini medaglia di bronzo. Oro alla Van de Breggen

Rufina Vignone
Settembre 28, 2020

Per qualche settimana la città di Varese è stata in lizza per l'assegnazione della sede ospitante del mondiale dopo la rinuncia della Svizzera - forte dell'ottima organizzazione del Grande Trittico Lombardo -, ma all'ultimo ha rinunciato per il mancato raggiungimento di un accordo sul budget necessario.

L'Italia si presenterà al via con una formazione sicuramente molto competitiva guidata da Elisa Longo Borghini, reduce dal podio al Giro Rosa e determinata a lottare per una medaglia. "Di solito arrivo quarta su tre".

La stessa cronometro che Van Der Breggen aveva domato giovedì, conquistando il titolo contro il tempo, realizzando così una fantastica doppietta e diventando una delle cicliste più titolate di sempre: ai successi olimpici e iridati vanno aggiunti tre Giri d'Italia, tre ori europei, due Liegi, un Giro delle Fiandre e la bellezza di cinque Freccia Vallone. Il tutto nonostante la medaglia d'argento sia sfumata nello sprint per il secondo posto con la campionessa in carica, l'altra olandese van Vleuten.

Ci prova l'immediato drappello di inseguitrici - formato da Elisa Longo Borghini, Cecil Ludwig (Danimarca) ed Elizabeth Deignan (Gran Bretagna), più Annemiek Van Vleuten (Olanda) che naturalmente non collabora - ma anziché ridurre il gap, vedono allontanarsi la battistrada, che ai meno trenta ha già oltre un minuto di vantaggio.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE