GP Russia, Schumi jr: "Mio papà felice di essere battuto da Hamilton"

Rufina Vignone
Settembre 28, 2020

Numeri straordinari che certificano l'assoluto valore del campione del mondo in carica che sta riscrivendo la storia della Formula Uno. Aver mancato la possibile vittoria n.91 che gli avrebbe fatto eguagliare il primato di Michael Schumacher, non va giù a Lewis Hamilton, il quale non riesce a non pensar male per questo suo parziale flop causato dalla sanzione (due penalizzazioni da 5 secondi) per una presunta irregolarità nel pre-gara. È solo una questione di tempo, da un lato sarò triste perché Michael è ancora il mio eroe. La penalizzazione è stata molto severe, ma c'era da aspettarselo. "Se dovessi riuscire a salire il gradino che mi porterebbe in Formula 1, credo che anche io proverei con tutto me stesso a battere quel record".

"Stanno cercando di fermarmi, ma va bene così". "Ovviamente ora sono lontano ma, come ho detto, è sempre stato uno di quei numeri che sembrava impossibile fino a quando qualcuno non si avvicina e lo supera".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE