È un Benevento da impazzire: SuperPippo rimonta la Samp e vince 3-2

Rufina Vignone
Settembre 27, 2020

"La dedica è per la mia famiglia e la mia ragazza Roberta - sono le parole del 29enne, un passato in Bundesliga con Werder Brema e Darmstadt, a Sky Sport - non potevo chiedere di meglio, non avevo mai segnato una doppietta in carriera e abbiamo vinto alla prima di campionato: è stato l'inizio perfetto". Alcune azioni importanti le abbiamo fatte noi, anche se poi abbiamo preso gol su episodi. Oggi c'è stata determinazione, ma anche frenesia. "Eravamo padroni del campo, quindi dobbiamo ragionare su questo fatto". Poi descrive il secondo gol preso: "sulla seconda linea doveva esserci Thorsby, che è invece andato sulla linea dei quattro".

La Sampdoria sembra tornata alla fragilità dei tempi precedenti la sospensione.

Il vero campionato è iniziato con la Juventus, abbiamo sbagliato la prima, soprattutto il primo tempo: dobbiamo far bene, lottare, a prescindere dai sistemi di gioco e dai giocatori, io voglio che lottino, poi uno la sconfitta la accetta, non dico volentieri, ma perlomeno un pochettino più dolce, meno amara. È inspiegabile, avevo un orologio e si è inceppato. "In allenamento fanno tutto bene, quindi non ho la possibilità di prevedere cosa faremo in partita". "Ho fatto i complimenti a Inzaghi, hanno meritato, c'è poco da dire". Non basta invece il doppio squillo di Belotti nella gara delle 15 tra Torino e Atalanta, che si è conclusa con il poker finale della Dea grazie alle reti di Gomez, Muriel, Hateboer e de Roon. Come si fa a prendere contropiedi così sul due a zero?

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE