'Super cashback' e 'cashless', ecco il piano del governo

Paterniano Del Favero
Settembre 27, 2020

Il cashback del 10% Tra le iniziative per incentivare l'uso della carta di credito c'è il 10% di "cashback", cioè il rimborso del 10% degli acquisti effettuati con moneta elettronica.

Tremila euro di "super caschback" per i primi 100mila che usano maggiormente la carta di credito.

Da qui la priorità, espressa dalla maggioranza di Governo, di poter premiare chi utilizza la carta di credito per pagare ed effettuare le proprie spese - metodo che agevolerebbe la tracciabilità e il controllo di ogni operazione da parte del cittadino - piuttosto che il denaro contante. Inoltre, ci saranno fino a 50milioni di euro in palio con la lotteria degli scontrini, solo per chi usa la moneta elettronica.

Il bonus ammonta al 10% degli importi spesi con mezzi tracciabili, fino a un tetto massimo di 3.000 euro: se il rimborso verrà erogato ogni sei mesi, la soglia massima sarà 1.500 euro a semestre.

Gli strumenti messi in campo dovrebbero essere sostanzialmente due: il "cashback vero e proprio" e una sorta di "supercashback" riservato, quale vero e proprio premio, per i 100 mila contribuenti che risulteranno essere quelli che, nel periodo di riferimento, avranno effettuato il maggior numero di transazioni con gli strumenti di pagamento tracciabili previsti nel decreto attuativo.

"È una riforma su cui mi sono impegnato personalmente". Con un massimale di spesa di 3mila euroequindi con un rimborso cashback massimo di 300 euro (cifra che può aumentare perché per cautela si è previsto che tutti i partecipantiraggiungeranno il massimo della spesa). Si chiamerà super cashback e arriverà sino a 3000 euro l'anno. Il piano - secondo fonti vicine al governo - sarà promosso grazie ai 3 miliardi di euro l'anno stanziati.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE