Inter, Conte e Marotta in conferenza: "Kanté? Pronti a cogliere occasioni, ma…"

Rufina Vignone
Settembre 25, 2020

Sportface.it non vi lascerà soli e vi terrà informati con gli aggiornamenti in tempo reale. Conoscevamo la sua competenza, ha tante caratteristiche positive, quello che conta è la grande cultura del lavoro che ha. Per il resto, saremo avversari. "Ma sono felice per Andrea".

Marotta: "Perisic e Nainggolan?" L'anno scorso c'era da imporre una linea guida, con principi chiari. E l'abbiamo fatto senza timore.

Nel giorno del patto di Villa Bellini si è percepito un ridimensionamento, c'è la consapevolezza che lo scorso anno si è fatto un grandissimo risultato? L'amministratore delegato dell'Inter Beppe Marotta ringrazia i medici e gli operatori sanitari, richiama la sofferenza provocata dal virus, ricorda le vittime.

"Antonio ha accennato prima al concetto di credibilità che è sinonimo di serietà, che nell'Inter non verranno mai meno". Auspico che ci siano anche quest'anno, che siano duri fa parte del gioco. Ma tutti sono stati chiariti immediatamente. Sono stati confermati ancora i 5 cambi; l'anno scorso è capitato che Conte non avesse centrocampisti a disposizione in panchina. Io volevo la percezione di avere comunque la possibilità di riuscire a vincere, la dovevo sentire. Sono contento di avere questi calciatori, sono anche degli ottimi ragazzi. Mi ha fatto piacere che Conte, nei giorni scorsi, abbia valutato il manto erboso della Pinetina, questo vuol dire dedizione, amore per il proprio lavoro e senso di appartenenza. Spesso e volentieri penso che io sia molto duro con me stesso e mi dimentico di godermi il percorso fatto.

"L'anno scorso abbiamo fatto un lavoro straordinario, il grande merito è di Conte". Ci confrontiamo tutti quotidianamente, l'obiettivo è prevenire quelli che possono essere i problemi nel corso di una stagione. Tatticamente stiamo facendo cose nuove rispetto al passato con me. Si sta inserendo bene, è calciatore intelligente tatticamente. Può fare tutto, uno dei due centrali in mezzo, può fare l'interno, il trequarti. Noi vogliamo il bene dell'Inter, vogliamo essere vicini all'allenatore per aiutarlo nei momenti di necessità. "Sono contento di averlo con noi". Da parte di tutti quanti noi, c'è la volontà di cercare di migliorarci in tutti i settori.

CONTE SU DISTANZA DALLA JUVE - "Dal punto di vista dell'esperienza Vidal e Kolarov ne aggiungono". Hakimi è giovane ma ha intrapreso una carriera che sarà una carriera importante. Tenendo conto della situazione di tutti i club. Sinceramente non parlerei di incomprensioni tra di noi. E' giusto che ognuno esponga il proprio punto di vista, posizioni che possono anche non coincidere. Cercheremo di cogliere opportunità ma non ci saranno grandi investimenti e grandi operazioni. Siamo davanti a una contrazione dei ricavi. Tutti i club del mondo agiscono in modo oculato e l'Inter non fa eccezione. Siamo pronti per iniziare il campionato, sarà difficile sotto diversi punti di vista. E' un campionato difficile come ha detto il direttore.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE