Morta Ruth Ginsburg, la giudice che cambiò l'America

Bruno Cirelli
Settembre 22, 2020

Trump si appresta a nominare la prossima settimana il sostituito di Ruth Bader Ginsburg alla Corte Suprema. Negli ultimi due anni la battaglia contrp il cancro ai polmoni e al pancreas. Aveva 87 anni. Nominata da Bill Clinton, era alla Corte Suprema dal 1993. È stata la seconda donna a ricoprire il ruolo nel massimo organo giudiziario.

Difensore dei diritti civili e legali, si era espressa a favore dei matrimoni gay e delle unioni Lgbt. Pioniera della professione, paladina dei diritti delle donne, fu ammessa ad Harvard nel 1955: in classe erano 9 donne su 500 persone. La sua scomparsa offre al presidente Donald Trump la possibilità di cementare la maggioranza conservatrice alla Corte Suprema americana, dove ha già nominato Neil Gorsuch e Bret Kavanaugh. Secondo quanto ha riportato la radio pubblica Npr, prima di morire ha infatti dettato alla nipote Clara Spera le sue ultime volontà, indicando che "il desiderio maggiore è che non venga sostituita fino a quando non sarà insediato un nuovo presidente". "L'unico che ha fatto meglio di me sul fronte dei giudici è stato George Washington", aggiunge.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE