Coronavirus, da oggi regione di Madrid di nuovo in lockdown

Bruno Cirelli
Settembre 21, 2020

L'interno di un negozio madrileno.

Roma, 21 set. (askanews) - Circa 858.000 abitanti della regione di Madrid da oggi e per i prossimi 14 giorni saranno nuovamente sottoposti a lockdown. In tutta la penisola si sta assistendo ad un vertiginoso incremento delle nuove infezioni, facendo registrare dei numeri da record e conquistando la prima posizione nella classica europea per il maggior numero di casi con 625.651 persone risultate positive al coronavirus e più di 30.000 decessi dall'inizio della pandemia. La regione della Capitale spagnola limita l'ingresso e l'uscita in 37 zone sanitarie e le riunioni a sei persone e chiude i parchi. Il ministero della Difesa spagnolo, che gestisce l'ospedale militare, ha dichiarato che per ora le tende sono vuote e non utilizzate, ma sono state allestite per precauzione nel caso di una seconda ondata che sovraccarichi gli ospedali, mentre i contagi nella capitale continuano ad aumentare.

Tutti i locali, commerciali o comunque aperti al pubblico, dovranno chiudere alle 22, eccezion fatta ad esempio per le farmacie e gli studi medici, i distributori di benzina e i veterinari. Per quanto riguarda l'attività sportiva, potrà essere praticata sia all'aperto sia al chiuso, purché non venga superato il cinquanta per cento della capacità massima consentita dell'impianto.

Centinaia di persone in strada a Madrid per protestare contro le nuove restrizioni sulla mobilità decise dal parlamento regionale per limitare la diffusione di coronavirus.

Tutto questo alla vigilia di una stagione, l'autunno, in cui il tasso di occupazione dei reparti di rianimazione delle strutture sanitario è già normalmente alto. Abbonatevi alla newsletter gratuita.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE