Nero a Metà 2 seconda puntata: trama e anticipazioni 17 settembre 2020

Ausiliatrice Cristiano
Settembre 20, 2020

Scopriamo la Trama della Seconda Puntata della Fiction con Claudio Amendola, in onda in Prima TV giovedì 24 settembre 2020, su Rai1. Si intitolano rispettivamente Quello che resta e Qualcosa di troppo.

D'altra parte i diverbi tra i due erano diventati oramai una regola più che un'eccezione e se Carlo è convinto dell'innocenza di Mario, Malik crede sia stato proprio quest'ultimo a compiere il delitto.

Nero a metà e segue le vicende dell'ispettore Carlo Guerrieri, interpretato da Claudio Amendola, poliziotto amato dalla sua squadra ma decisamente incline ad aggirare le regole, e il suo collega Malik Soprani, ispettore di colore professionale ed intelligente innamorato della figlia di Carlo, Alba, capace medico legale che spesso si occupa delle perizie per il commissariato di Rione Monti. Claudio e Francesca infatti, nonostante la loro nota celebrità, hanno deciso di educare il loro figlio ad una vita lontana dagli eccessi, convinti che sia necessario usare "il bastone e la carota" senza mai essere eccessivi, imparando ad apprezzare anche la semplicità. Sempre online saranno disponibili le repliche degli episodi.

Anche la terza puntata della seconda stagione di Nero a metà è composta da due episodi. Con questo appuntamento arriviamo (già!) a metà del secondo ciclo di episodi della fiction. Il proseguimento delle indagini scagiona definitivamente Muzo dimostrando che Olga e Paolo sono stati uccisi dalla stessa persona.

Il giallo si infittirà intorno alla morte di Olga e Paolo nella terza puntata di Nero a metà 2. Ma il motivo della sua assenza è semplice: Francesca ha espresso il suo desiderio di dedicarsi alla famiglia, come lo stesso Claudio Amendola ha svelato in un'intervista a Verissimo: "Ha scelto di occuparsi di nostro figlio".

Carlo, intanto non riesce più a nascondere la passione che prova per Marta e i due cedono, ma la moglie Cristina lo viene a scoprire.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE