Meteo del weekend: le previsioni dal 18 al 20 settembre

Bruno Cirelli
Settembre 20, 2020

Caldo un pò meno intenso al Nord, ma più afoso, complice l'avvicinamento di una nuova perturbazione atlantica (la numero 5) e tempo che, di conseguenza, tenderà molto gradualmente a peggiorare nel corso delle prossime 24 ore.

Le condizioni meteo sono destinate a mutare radicalmente nei prossimi sette giorni su gran parte dell'Europa: da un contesto estivo si passerà, in pochi giorni, ad uno tipico autunnale fatto di correnti fresche e tanta pioggia su molti Paesi europei. Cielo irregolarmente nuvoloso in tutte le altre regioni italiane, ma con nubi che, di tanto in tanto, lasceranno spazio a qualche schiarita. Sud e Sicilia: estesa nuvolosita' cumuliforme su tutto il meridione, con rovesci o temporali sparsi, in diradamento dal pomeriggio sulle regioni adriatiche e ioniche. Ci aspettiamo anche la presenza di acquazzoni o brevi temporali su Liguria, Sardegna, Toscana, Lazio e soprattutto sulle zone montuose (sia alpine che appenniniche). La situazione si avvia però a cambiare in modo graduale, con le temperature che caleranno giorno di giorno per riportarsi finalmente nella norma.

Previsioni meteo per lunedì.

Infatti i temporali di domenica 20 settembre saranno "temporali frontali" ovvero scatenati dal passaggi di un fronte caldo, il quale, come noto, è sempre accompagnato da calo della pressione al livello del mare e quindi da deboli moti verticali ascendenti. Fenomeni in generale attenuazione dalla sera. Temperature: massime quasi ovunque in lieve diminuzione, più sensibile nelle aree interessate dalle precipitazioni. Attenzione delle ore pomeridiane, perché peggiorerà in maniera più significativa in particolare tra la Toscana, l'Umbria centro settentrionale, i rilievi appenninici Emiliano Romagnoli e le Marche centro-occidentali, con rovesci e temporali localmente anche forti e accumuli fino a 40/50/60 mm su aree localizzate. Punte intorno o poco oltre 30 gradi all'estremo Sud e sulla Sicilia.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE