Willy, i fratelli Bianchi percepivano il reddito di cittadinanza: è polemica

Paterniano Del Favero
Settembre 17, 2020

Ma non basta: anche gli accessori (orologi, giubbotti) che di solito venivano ostentati raccontano un tenore di vita apparentemente agiato, in contrasto con il reddito di cittadinanza percepito.

Tutte le posizioni illecite fatte emergere dai Finanzieri sono state segnalate all'INPS per la revoca e il recupero del beneficio economico nonché denunciate alla Procura della Repubblica di Foggia per l'esercizio dell'azione penale a carico di chi ha fornito dichiarazioni false e omesso informazioni dovute in sede di richiesta del Reddito di cittadinanza. Tuttavia, i due non erano gli unici a percepire il reddito di cittadinanza pur non avendo i requisiti per poterne beneficiare.

Come previsto dal decreto 4/2019, al termine dei 18 mesi di RdC, il nucleo familiare ancora in possesso dei requisiti di accesso, dovrà necessariamente presentare una nuova domanda. Settecento euro destinati agli italiani che non percepiscono alcun reddito.

Dall'aprile del 2019 ad oggi in tutta la provincia sono state accolte 9.966 domande delle quali 1294 sono decadute e 1222 sono ancora in lavorazione. Secondo le Fiamme Gialle, non avevano diritto al reddito.

Reddito di cittadinanza domanda: cosa serve? Secondo le regole, approvate dal Parlamento, non può richiedere il sussidio chi ha ricevuto una condanna negli ultimi dieci anni.

Gli obblighi previsti dalla normativa rimangono inalterati come ad esempio quello di partecipare agli incontri e ai corsi di qualificazione o riqualificazione professionale atti al reinserimento nel mercato del lavoro o di inclusione sociale. Un aspetto che cambia le carte in tavola.

E' inevitabile quindi che si debba scoprire da dove provenissero quei soldi in grado di far vivere loro una vita così agiata, seppur considerati nullatenenti.

A livello nazionale con il mese di agosto si registra un incremento dei nuclei beneficiari di Reddito/Pensione di Cittadinanza di oltre il 23% rispetto al corrispondente dato del mese di gennaio 2020 (1,304 milioni di famiglie vs 1,059 milioni del mese di gennaio) e un aumento del 20% del numero di persone coinvolte, che sono passate da 2,562 milioni di gennaio a 3,081 milioni registrate nel mese di agosto.

Se nel nucleo familiare sono presenti figli minori - anche qualora i genitori siano legalmente separati - non operano le disposizioni previste in caso di rinnovo del beneficio. Queste particolari deroghe operano solo nei primi ventiquattro mesi dall'inizio della fruizione del beneficio, anche in caso di rinnovo.

Le decurtazioni inizieranno a partire dalla mensilità successiva rispetto alla data di entrata in vigore del decreto, quindi da settembre 2020.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE