Venere, fosfina nell'atmosfera: possibili forme di vita

Geronimo Vena
Settembre 15, 2020

La fosfina è una molecola tossica con un odore persistente di aglio e pesce morto. Questa scoperta suggerisce che Venere potrebbe ospitare processi fotochimici o geochimici sconosciuti se non addirittura la vita sotto forma di batteri che vivono in quota a circa 80 chilometri dalla superficie. "Hanno rilevato una firma spettrale unica della fosfina e hanno stimato un'abbondanza di 20 parti per miliardo di fosfina nelle nuvole di Venere". Il tipo di gas che è stato trovato infatti potrebbe essere un gas di scarto dei microorganismi. Anche la pressione è abbastanza accettabile e si assesta su livelli simili a quelli terrestri.

Le quantità di fosfina osservate nell'atmosfera di Venere - è stato spiegato - sono tali da non poter essere state prodotte da processi abiotici. Gli autori hanno calcolato che queste sorgenti non biologiche producono al massimo una piccola quantità di fosfina rispetto a quella rilevata dai telescopi.

L'idea della presenza di forme di vita su Venere è un'idea un po' inaspettata. Sara Seager del MIT e David Clements, astrofisico dell'Imperial College di Londra, gli autori dello studio, sottolineano che la presenza di fosfina nell'atmosfera di Venere, non è la prova decisiva della presenza della Vita, ma è la generazione di un grande sospetto. La scoperta è stata pubblicata su Nature Astronomy.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE