Trovata fosfina nell’atmosfera di Venere: è una traccia di vita?

Geronimo Vena
Settembre 15, 2020

L'impronta della fosfina è stata catturata dal James Clerk Maxwell Telescope (JCMT), alle Hawaii, e dalle antenne Alma dell'Osservatorio Europeo Meridionale (Eso).

Pianeta altamente inospitale, con temperature sulla superficie che superano i 400°C e pressioni pari a 90 volte quelle che misuriamo sulla Terra, Venere ha negli strati alti dell'atmosfera, a 50 km di altezza, temperature di appena 20°C e pressioni tali da essere simili alle condizioni che abbiamo sul nostro pianeta.

Gli astronomi hanno verificato questi processi ma nessuno può produrre abbastanza fosfina.

Recentemente un team di ricercatori ha rilevato la presenza di questo gas, la fosfina: una presenza che potrebbe anche rappresentare una firma biologica.

Nell'atmosfera terrestre - aggiunge lo studioso dell'Inaf - la fosfina è tutta prodotta da microrganismi che utilizzano i minerali fosfati, attraverso processi di ossidoriduzione.

Ma ci si interroga anche su altre origini. "Potrebbe venire da microrganismi o da processi abiotici, cioè di tipo geologico o geofisico", spiega Brucato.

L'idea della presenza di forme di vita su Venere è un'idea un po' inaspettata. "Infatti la fotochimica delle gocce di acido solforico che formano le nubi di Venere è ancora completamente sconosciuta".

La ricerca è stata pubblicata su Nature Astronomy.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE