Atalanta, Castagne: "Via per motivi tecnici, scarso rapporto umano con Gasp" - Sportmediaset

Rufina Vignone
Settembre 15, 2020

"Avrei potuto rinnovare il contratto".

Timothy Castagne ha bagnato con un gol il suo esordio in Premier League con la maglia del Leicester e, dalle colonne de 'La Gazzetta dello Sport', è tornato sui motivi che lo hanno spinto a lasciare l'Atalanta dopo tre stagioni ad alti livelli: "I soldi non c'entrano, ha pesato la situazione tecnica - ha detto l'esterno belga - La decisione è maturata dopo la partita con il Psg". Gasperini mi ha provato in formazione tutta la settimana, poi mi ha escluso all'ultimo. E onestamente, è stata una sorpresa. Ho bisogno di giocare con regolarità in un ruolo, mentre all'Atalanta venivo messo a destra, a sinistra e in panchina. E su Gasperini infatti qualcosa da ridire Castagne ce l'ha: "Tecnicamente e tatticamente è uno dei top in assoluto, ma a livello umano non c'era un grande rapporto: non perché ci fosse qualche particolare problema tra noi. Per esempio se stai fuori sarebbe importante avere una spiegazione, ma questo aspetto con lui mancava.". Ma va bene così: ciò mi ha reso più forte mentalmente. A Bergamo è fondamentale capire e adattarsi al gioco di Gasperini: se ce la fai, non ti fermi più. "Come club per un giovane solo l'Ajax può essere superiore".

PERCASSI - "Parlo per me: li ringrazierò per sempre". Nel 2017 sborsarono 5-6 milioni per un ragazzino che veniva del Genk...

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE