Migranti: Papa, frontiere possono diventare 'finestre' - Politica

Bruno Cirelli
Settembre 13, 2020

Il sindaco di Lampedusa, Salvatore Martello, è stato ricevuto in udienza da Papa Francesco al quale ha donato una croce fatta con i resti delle imbarcazioni dei migranti.

"Lo scenario migratorio attuale è complesso e spesso presenta risvolti drammatici".

"Nel contempo, non accettiamo mai che chi cerca speranza per mare - ha detto ancora il Santo Padre richiamando quel discorso - muoia senza ricevere soccorso". "Una società sana è quella che si prende cura della salute di tutti", ha aggiunto Papa Francesco durante la catechesi del mercoledì svoltasi in presenza con un ristretto numero di fedeli partecipanti per ragioni dovute alle restrizioni anti-contagio.

"L'accoglienza e una dignitosa integrazione sono tappe di un processo non facile", ha ammesso il Papa: "Tuttavia, è impensabile poterlo affrontare innalzando muri".

"Bisogna agire insieme, non da soli".

"Intendiamo organizzare a Lampedusa - ha rivelato il sindaco - una conferenza internazionale sulla Pace nel Mediterraneo, per proporre un nuovo approccio al tema dei flussi migratori".

Nel corso dell'udienza al Vaticano è stata anche illustrata a Papa Francesco la campagna, nata nell'ambito del progetto Snapshots, per far sì che il 3 Ottobre (data che nel 2013 ha visto il più grave naufragio di migranti nel mare di Lampedusa) possa divenire "Giornata europea della Memoria e dell'Accoglienza". Per il Pontefice infine "è anche fondamentale cambiare il modo di vedere e raccontare la migrazione: si tratta di mettere al centro le persone, i volti, le storie". "E quando dico nuovo umanesimo - ha precisato Francesco - non lo intendo solo come filosofia di vita, ma anche come una spiritualità, come uno stile di comportamento". "Le frontiere, da sempre considerate come barriere di divisione, possono invece diventare "finestre", spazi di mutua conoscenza, di arricchimento reciproco, di comunione nella diversità". "Vi incoraggio a continuare a lavorare insieme per la cultura dell'incontro e della solidarietà", l'invito finale.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE