Oregon proclama stato emergenza per incendi

Bruno Cirelli
Settembre 11, 2020

In Oregon le fiamme sono fuori controllo.

Tutto molto suggestivo se non fosse che il particolare effetto cromatico è dovuto alla coltre di fumo che gli incendi imperversati in California hanno creato, impedendo ai raggi del sole di penetrare. I luoghi che non stanno bruciando ora affrontano ancora i peggiori rischi di incendi degli ultimi 30 anni: aria secca, arbusti secchi e venti caldi. Nel nord della California gli incendi proseguono ormai da più di tre settimane e il forte vento ha permesso al fronte del fuoco di avanzare per quaranta chilometri di colline e terreni montuosi. Uno scenario quasi apocalittico, una fotografia 'cinematografica' che riporta alla mente Blade Runner 2049, celebre capolavoro del regista canadese Denis Villeneuve. Le fiamme hanno lasciato cinque comuni "sostanzialmente distrutti": Detroit, Blue River, Vida, Phoenix e Talent provocando numerosi ordini di evacuazione in diverse aree e spingendo Brown a richiedere una dichiarazione federale di emergenza per l'intero stato.

500 mila evacuati in Oregon per incendi

San Francisco devastata dalla fiamme.

L'ex presidente degli Usa, Barak Obama, è intervenuto su Twitter, indicando nei cambiamenti climatici la causa del disastro che sta colpendo la parte occidentale del paese. "Vota come se la tua vita dipendesse da questo, perché è così", ha scritto. Molte decine di migliaia di residenti sono state costrette a fuggire a causa degli incendi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE