Covid, il Veneto avvia la sperimentazione del vaccino sui volontari

Barsaba Taglieri
Settembre 9, 2020

La casa farmaceutica britannico-svedese che in collaborazione con l'università di Oxford ha sviluppato il preparato, ha comunicato l'interruzione nella fase tre dei test per l'insorgenza in un paziente britannico di una reazione giudicata seria. Stop necessario, dunque, per rivedere i dati sulla sicurezza. Non è inconsueta per i test clinici una sospensione. Uno tra questi, intervistato dal Corriere della Sera, afferma: "Prima di accettare mi sono documentato a fondo, ho studiato il lavoro dei ricercatori. - spiega - Ci troviamo di fronte a un fenomeno di importanza mastodontica. - continua - Sono convinto che se l'umanità vuole sconfiggere il virus, ciascuno debba fare la propria parte".

Le ultime novità sul vaccino anti-coronavirus hanno fatto letteralmente crollare le azioni AstraZeneca nel post-mercato di Wall Street. Non hanno paura, ribadiscono più volte. Due altri grandi test su altrettanti vaccini (basati però su un meccanismo diverso da quello di AstraZeneca) sono in corso di svolgimento negli Stati Uniti, uno portato avanti da Moderna e l'altro da Pfizer con la tedesca BioNTech.

Se intorno a fine novembre questa modalità preliminare dovesse avere esito positivo, allora si potranno cominciare a commercializzare le dosi di vaccino per le categorie sopra citate, anche se per una completa vaccinazione di massa (sia a livello nazionale, sia mondiale) ci vorranno ancora parecchi mesi: pare abbastanza realistico parlare della seconda metà del 2021. "E' improbabile che avremo una risposta definitiva sulla sicurezza e l'efficacia di una vaccino entro la fine dell'anno", ha detto intervenendo a un evento online sulla ricerca. In particolare, il Perù ha superato i 30mila decessi. Secondo l'università americana il Paese registra ora 500.034 contagi, inclusi 10.405 decessi.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE