Costa: "Lo smart working ci ha semplificato la vita"

Paterniano Del Favero
Settembre 9, 2020

"Lo smart working aumenta drammaticamente i rischi di sicurezza digitale perché la superficie attaccabile aumenta in modo spaventoso - aveva detto - Parliamo di connessioni a distanza delle nostre persone e tutte queste connessioni sono potenziali aree di attacco".

Se i figli fino a 14 anni restano a casa da scuola per la quarantena, i genitori hanno diritto allo smart working oppure possono chiedere un congedo parentale straordinario di 30 giorni. Inoltre ha fissato al 31 dicembre 2020 la soglia massima tollerabile per l'utilizzo delle regole semplificate da parte delle aziende private.

Il 15 ottobre, quindi, decadrà questo obbligo e la modalità di lavoro dovrà essere nuovamente ridiscussa tra imprese e lavoratori. Il presidente di Afol metropolitana: "Indispensabili accordi di contrattazione aziendale".

Poco conta dunque che il dipendente si senta bene ed esprima il suo assenso a lavorare in modalità smart working e poco conta che le aziende abbiano bisogno di determinati lavoratori.

Certamente non si può generalizzare, molto dipenderà dai settori che dovranno fare valutazioni su misura, ma già un colosso del calibro di Eni ha annunciato di rendere strutturale questa nuova modalità lavorativa per il 35% dei dipendenti, spiega Del Conte, e come Eni anche Pirelli e diversi gruppi bancari e afferenti al ramo finanziario stanno percorrendo questa strada.

Il Governo ha stabilito la proroga dello smart working per Covid fino al 15 ottobre 2020 per i lavoratori privati.

Terminato lo Stato di emergenza, infatti, lo smart working tornerà ad essere disciplinato dalla normativa sul lavoro agile che sancisce l'obbligatorietà di un accordo individuale tra datore e lavoratore e di comunicazioni ad hoc al Ministero del Lavoro. Ai dipendenti privati con ridotta capacità lavorativa è stata riconosciuta invece la priorità nell'accoglimento delle richieste. E se ne è tornato a parlare a settembre non a caso visto che per molti è finito il periodo di ferie e tante aziende hanno iniziato - o quantomeno ci provano - la loro attività lavorativa a pieno regime.

Ripercussioni economiche pesanti si sono registrate anche sul mercato immobiliare, con le compravendite di uffici ed immobili commerciali scese di oltre il 17%.

Smart working: sarà il futuro?

Questo cambiamento di mentalità, difficile da concepire prima della pandemia, è diventato realtà in pochissimi mesi, portando alle aziende notevoli benefici sottoforma di riduzione dei costi, il tutto a fronte di livelli di produttività dei lavoratori piuttosto buoni. Se, salvo un prolungamento dello stato di emergenza, sarà necessario dire addio allo Smart Working semplificato (cioè adottato in via unilaterale), dall'altro sarà necessario imparare a convivere ancora a lungo con questa nuova modalità di lavoro che, per migliaia di persone, potrebbe trasformarsi in una scelta definitiva.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE