Spazio: lanciato razzo europeo Vega progettato dall’italiana Avio

Geronimo Vena
Settembre 6, 2020

A progettare e costruire il lanciatore Vega è stata Avio in Italia, un'azienda di Colleferro in provincia di Roma. Questo lancio multiplo rappresenta un record per un vettore del Vecchio Continente. A bordo di DIDO-3 quattro esperimenti congiunti italo-israeliani nei settori della ricerca biologica e farmacologica - controllati da terra attraverso un'applicazione mobile - che vedono, per la parte italiana, il coinvolgimento dell'Università Federico II di Napoli, dell'Università di Roma 3, dell'Università di Roma Tor Vergata e dell'Università di Bologna. Ha portato in orbita sette micro-satelliti e 46 satelliti più piccoli, i CubeSat, rilasciati in orbite comprese fra a circa 515 e 530 chilometri di altezza. Una storia di grande successo quella del Vega che ha inanellato 14 lanci di successo di fila, un fatto assolutamente non scontato nel trasporto spaziale. "Ancora una volta la conferma che è uno veicolo flessibile per fare dello Spazio uno strumento di ritorno economico, importantissimo in un momento difficile come quello attuale". L " SSMS e" un adattatore modulare in fibra di carbonio progettato da Avio per rispondere alla domanda di servizi di lancio per gruppi di piccoli satelliti pesanti tra 1 kg (CubeSat o gruppi di CubeSat) e 400 kg (Minisat) in orbita terrestre bassa (300 km e oltre dalla superficie terrestre). La missione di VEGA VV16 si è conclusa con successo 2 ore e 4 minuti dopo il decollo.

Spazio, lanciato il razzo Vega: porterà in orbita 53 satelliti

Per, l'Agenzia Spaziale Europea (Esa), il lancio di Vega "segna il completamento rapido ed efficiente delle misure correttive e delle azioni portate avanti dall'industria e da Esa in qualità di Autorità di Qualificazione del Sistema di Lancio di Vega, a seguito delle raccomandazioni fatte dalla Commissione Indipendente d'inchiesta che aveva analizzato il fallimento del volo VV15 il 10 luglio 2019".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE