Huawei, scade la licenza USA: possibili problemi con i vecchi smartphone

Geronimo Vena
Agosto 19, 2020

La licenza temporanea era stata concessa dal governo USA subito dopo il primo ban comminato a Huawei nel corso della primavera 2019, così da permettere di gestire una certa operatività su infrastrutture di telecomunicazione basate su apparati Huaweipresenti in vari territori nord americani. L'accordo specifico che consentiva a Google di fornire queste componenti a Huawei potrebbe essere stato influenzato da quanto accaduto in questi giorni, costringendo Google a tagliare fuori i dispositivi del gruppo Huawei dalla distribuzione di eventuali aggiornamenti. L'ultima licenza temporanea è scaduta il 13 agosto scorso.

Per l'amministrazione Trump il "giro di vite" nei confronti di Huawei si è dimostrato uno dei mezzi principali per fare la voce grossa con la Cina nell'aspra guerra commerciale che i due Paesi hanno avviato. Il TGL aveva lo scopo di dare ai fornitori di reti rurali negli Stati Uniti il tempo di sostituire qualsiasi apparecchiatura prodotta da Huawei in loro possesso, ma il Congresso degli Stati Uniti non è apparentemente riuscito a stanziare denaro per aiutare i fornitori rurali a sostituire le loro apparecchiature.

"Abbiamo continuato a lavorare con Huawei, in conformità con le normative governative, per fornire aggiornamenti di sicurezza alle app e ai servizi di Google sui dispositivi esistenti e continueremo a farlo finché sarà consentito".

Come è noto, Huawei era stata inserita nella cosiddetta Entity List il 16 maggio 2019.

Ciò che non è chiaro, tuttavia, è come esattamente la scadenza della licenza influenzerà i futuri aggiornamenti software. La scadenza della licenza temporanea avvenuto in questi giorni di fatto impedisce, quantomeno sulla carta, a Google di fornire gli aggiornamenti software per i dispositivi Huawei che sino ad ora sono stati supportati direttamente dall'azienda. Questo perché, sebbene i modelli di dispositivi Huawei resi disponibili prima del 16 maggio 2019 eseguano ancora software Android certificato da Google, il colosso di Internet deve certificare ogni nuovo aggiornamento software che Huawei distribuisce al fine di garantire la conformità ai requisiti stabiliti. La rimozione delle applicazioni di Google è una soluzione drastica e poco probabile. Google concede agli OEM un mese di tempo per unire le patch di sicurezza prima che il prossimo bollettino mensile sulla sicurezza di Android venga reso pubblico.

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE