"Il vaccino è pronto", la Russia brucia tutti. I dubbi degli scienziati

Barsaba Taglieri
Agosto 12, 2020

D'altronde, di colpi di scena russi, il mondo intero, ne ha visti tanti, ma questo sembra avere un ottimo consenso (eccetto da qualcuno del mondo scientifico) e pregio da parte di molti, in primis dal Presidente Vladimir Putin che ha annunciato il PRIMO VACCINO contro il COVID-19 dal nome SPUTNIK per analogia con il lancio del primo satellite artificiale terrestre nel 1957. Si tratta del trattamento sviluppato dall'Istituto di ricerca epidemiologica Gamaleya in collaborazione con il Fondo russo per gli investimenti diretti. D'altro canto che nell'annuncio ci sia una certa quota di propaganda lo si capisce subito. Il sospetto insomma è che, pur di battere tutti, Putin abbia accorciato troppo i tempi e questo ha suscitato perplessità tra gli scienziati.

Ogni spesa sarà sostenuta dal Governo russo. "Oltre un miliardo di dosi" sono state pre-ordinate da 20 Paesi stranieri, ha detto Kirill Dmitriev, presidente del fondo sovrano coinvolto nello sviluppo del vaccino.

Leggi anche - Vaccino Covid, Giuseppe Conte: "Obbligatorio?"

Secondo alcuni siti di informazione russi, il presidente avrebbe aggiunto che anche una delle sue figlie ha partecipato all'ultima sperimentazione.

A metà giugno il vaccino era stato testato su 38 persone, probabilmente militari.

L'ottimismo di Putin, che ha comunicato anche il coinvolgimento di una delle figlie nella sperimentazione, si è tuttavia scontrato frontalmente con lo scetticismo della comunità scientifica internazionale, in primis con quello dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS). La vaccinazione, ha sottolineato il leader del Cremlino, sarà volontaria. Non è possibile sapere se la vaccinazione funziona e soprattutto se ci sono effetti collaterali dal momento che la fase 3 è iniziata una settimana fa e in genere richiede almeno un anno di tempo per essere completata. "Non si può fare una vera registrazione senza avere a disposizione questi dati". "Stamattina per la prima volta al mondo è stato registrato un vaccino contro la nuova infezione da coronavirus".

Altre relazioni OverNewsmagazine

Discuti questo articolo

SEGUI I NOSTRI GIORNALE